Basilica di San Magno - Visita Guidata 30 gennaio 2021

17.01.2021

La Pala del Luini e la Cappella della Madonna del Giampietrino 

Il polittico del Luini

Capolavoro presente nella basilica è il polittico di Bernardino Luini, commissionato il 5 luglio 1523, che si trova dietro l'altare maggiore. 

Secondo alcune ipotesi il Luini visse per lungo tempo a Legnano durante gli anni in cui venne realizzato questo polittico. Il motivo presumibilmente era legato all'epidemia di peste che affliggeva Milano e che obbligò molti a rifugiarsi in ville di campagna o in luoghi isolati o periferici per sfuggire al morbo. 

Il polittico del Luini è considerato dagli storici dell'arte come uno dei capolavori dell'artista lombardo.

Già nel 1634 il valore dell'opera fu stimato in 10.000 scudi. Nei secoli è stata oggetto di svariati tentativi di compravendita. Nel 1857 un museo britannico offrì 420.000 svanziche per averla, offerta poi rifiutata, mentre nel 1906 il periodico britannico specializzato in arte Magazine Office Arts accusò le autorità ecclesiastiche locali di aver trascurato l'opera, il che avrebbe causato danni alla stessa, invitando pertanto il governo britannico a chiedere ufficialmente alle autorità politiche italiane la cessione del polittico, che sarebbe stato destinato al National Gallery di Londra. Il governo italiano rifiutò, dimostrando l'infondatezza delle accuse e mantenendo l'opera là dove fu realizzata.

L'interno della Basilica è un tesoro della pittura rinascimentale e manieristica di cui sono esempi anche gli affreschi del Giampietrino così come la stessa architettura è esempio dell'opera rinascimentale del celeberrimo Bramante che la progettò prima di dirigersi a Roma, ammodernando la precedente chiesa romanica dedicata a San Salvatore.